CREATE ACCOUNT

FORGOT YOUR DETAILS?

Diventare Spartani

by / sabato, 16 gennaio 2016 / Published in

Le Spartan Race, come tutte le gare di qualsiasi sport vanno pensate, programmate e preparate adeguatamente.
Sembrerà banale per i più esperti, ma non lo è affatto per chi è alle prime armi e quindi abbiamo deciso di scrivere questo articolo. Non tanto per spiegarvi punto per punto quale sia la migliore programmazione, o per elencarvi tutti i nostri allenamenti, ma per farvi capire qualcosa di più.

Quando una gara diventa un evento importante, dove ti senti di sfidare i tuoi limiti oltre a sfidare gli altri partecipanti, allora si può iniziare a parlare di vera “competizione”. Molte persone si spaventano di fronte a questa parola perché pensano di non possedere uno spirito competitivo, ed il loro primissimo pensiero è: “io non so farlo – non riuscirò mai”.
Quello che realmente spaventa è la mancanza di abitudine.
Far qualcosa di nuovo e partire da zero, magari senza una linea guida e senza sapere cosa si dovrà affrontare, spaventa parecchio e purtroppo spesso si rinuncia prima di provare ad affrontare i propri scheletri.

Fortunatamente il nostro team segue il programma Spartan SGX, dove motivazione e attitudine aiutano ad affrontare il primo step, quello della paura.
Successivamente prepariamo i nostri atleti seguendoli nel dettaglio partendo da programmi di base, imparando i movimenti più semplici fino ad arrivare ad una preparazione ad hoc per la Spartan Race, dove si corre e si simulano situazioni complesse.

Questa è la preparazione più corretta per arrivare ad una gara e trasformarla nella propria competizione. Motivati, preparati fisicamente e psicologicamente.

Alcuni dei nostri atleti il prossimo 23 gennaio saranno a Valmorel in Francia per correre la Winter Spartan Race, la prima della stagione 2016 per il nostro INVICTUS TEAM.
Oltre ad esserci preparati a testare il materiale e a correre sulla neve, ora che i tempi stringono è arrivato il momento di simulare una vera e propria corsa con ostacoli e difficoltà che incontreremo.

Corsa, trazioni, scavalcare dei muri, salire su una corda, trasportare pesi e fare dei burpees, sono solo alcune delle abilità che vengono richieste in una gara di questo genere.


Provare, riprovare, correggersi e riprovare sono step obbligatori da rispettare per riuscire ad abituarsi ad affrontare al meglio il gesto tecnico.

 

Corsa con sandbag 20kg

Il coach Spartan SGX Tia Franceschi segue sempre nel dettaglio i suoi atleti, sia a lezione indoor, sia in esterna nei Bootcamp. Per lui è fondamentale vedere che tutti gli insegnamenti vengano messi in pratica e che durante la competizione tutti gli atleti arrivino soddisfatti al traguardo, consapevoli di
essere più forti di quel che pensavano, avendo abbandonato per sempre quell’atteggiamento negativo e quella paura che li circondava.

Tutti possono diventare ottimi spartani, basta trovare una giusta motivazione ed una linea guida che ti insegni a saperlo diventare.
Se poi si trova anche un team che ti sostiene ad ogni allenamento e non ti fa mai sentire solo, allora competere diventerà un gioco da ragazzi.

IMG_0281

TOP
Caricando...